Blog: http://loumogghe.ilcannocchiale.it

L'inutilità del mezzo "blog"

In questi due anni e mezzo di blog di confidenze ve ne ho fatte, più o meno direttamente, molte. Quest’oggi ve ne faccio un'altra: quando cominciai questo blog speravo di poter comunicare (veramente) con altre persone...però col tempo ho imparato che il blog è un mezzo perfettamente inutile (eccezion fatta per giornalettismo)...puoi spendere parole, su parole, su parole su altre parole ma le tue idee rimarranno per sempre le tue idee (e di chi le condivide) e quelle degli altri rimarranno per sempre degli altri (e con tutta probabilità non saranno mai le tue): le persone con mentalità aperta rimarranno aperte; quelle con la testa chiusa rimarranno chiuse, gli ignoranti preferiranno rimanere nella loro ignoranza più che starti a sentire così come gli intolleranti rimarranno tali a qualsiasi costo...del resto le persone (e gli italiani in questo ne sono maestri) preferiscono sistematicamente guardare la pagliuzza negli occhi degli altri piuttosto che concentrarsi sulla trave che è nei propri, preferiscono trincerarsi nel loro credere che sia quasi sempre lo straniero (una volta albanese, poi polacco, oggi giorno rumeno ed un domani chissà) il portatore insano di delinquenza e che l'italiano medio sia comunque per lo più retto e per bene; preferiscono inveire indiscriminatamente contro i rumeni (che, tra parentesi, sono concittadini comunitari) salvo poi condannare i cittadini inglesi che hanno manifestano indiscriminatamente contro gli operai italiani (a loro volta concittadini comunitari); preferiscono credere all’idea leghista di “federalismo che unisce” (che equivale un po’ al credere alla “merda che pulisce” o all’“acqua che asciuga”*) e salutare poi con gioia l’abolizione dell’ICI (provvedimento che di fatto accentra le spese dei comuni sulle casse dello stato); preferiscono in sostanza credere a quello che gli viene detto senza cercare di guardare “oltre la siepe”, di raggiungerne l'essenza...si sceglie di credere, per trovare una sorta di metafora figurata, che l’immagine dell'arcangelo Gabriele che rinfodera la spada sia un simbolo di pace omettendone, per l'appunto, l'essenza del gesto: rimettere la spada nel fodero significa comunque averla prima sguainata …

… e seguendo questa falsa riga si potrebbe continuare così ancora per molto. Sarebbero però solo altre parole su parole ed oggi invece non voglio perdermi in disquisizioni inutili. Qual è quindi il senso di questo post???

Il senso è che chi appoggia ancora Berlusconi, malgrado la rovina che sta compiendo tassello dopo tassello, politicamente non capisce un cazzo … ed adesso, sarebbe persino inutile cercare le parole per spiegarne la ragione nel tentativo illusorio di far cambiare idea (o quantomeno di insinuare un dubbio) a chi ancora riesce ottusamente a sostenerlo.

p. s. * esempio esplicativo preso in prestito da Daniele Luttazzi

p. p. s. se avete trovato la contraddizione di questo brano, tranquilli, avete solo fatto il “vostro mestiere” e, avete preferito guardare per l’appunto la pagliuzza negli occhi altrui evitando di focalizzare la trave nei vostri … ma vabbè, infondo non è colpa vostra, siete italiani.

Pubblicato il 12/3/2009 alle 23.49 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web