.
Annunci online



Ecco a voi un uomo che rispetta le leggi: Silvio Berlusconi (ma solo quelle che si è fatto da solo) #2

Ecco perchè (il secondo in due giorni) sarebbe stato importante rispettare l'ormai famigerata legge 361 del 57'


Ecco a voi un uomo che rispetta le leggi: Silvio Berlusconi (ma solo quelle che si è fatto da solo)

Ecco perché sarebbe stato importante rispettare l’ormai famigerata legge 361 del 57’

per rinfrescarsi un po' la memoria


...dico tutto questo affettuosamente...

Da elettore di sinistra abbastanza deluso dal governo Prodi…in questi giorni a me non dispiace tanto per la sua caduta…
A me dispiace sapere che, presto o tardi*, tra qualche mese una miriade di coglioni (stavolta è davvero il caso di usare questa parola…ma in senso ironico ed affettuoso, proprio come fece lui) avrà il coraggio di votare Berlusconi.

*anche se sono ragionevolmente convinto del fatto che non si andrà subito al voto.

P.S. per tutti quelli che hanno creduto che il governo era sotto scacco della sinistra radicale: visto?...talmente sotto scacco che a farlo cadere è stato quel brutto comunista rosso di Mastella…con quei suoi ricatti bolscevichi! Complimenti ancora per aver prestato fede alle parole di uno che alle 12 dice una cosa e alle 15:30 l’esatto contrario

P.P.S. …è poi leggendo quello che farebbe che mi convinco sempre più del fatto che chi ha il coraggio di votare Berlusconi è proprio un rincoglionito
.


…fate come volete, infondo siamo in democrazia.

Nella blogosfera molti continuano a dire che con il mancato intervento del Papa a La Sapienza di Roma si sia persa un’occasione di confronto…a queste persone non posso che rivolgere una sola e semplice domanda (fra l’altro retorica): ma che state dicendo???
Ma parliamo del Papa?...di questo Papa?...e lo affianchiamo alla parola “confronto”???
È come accostare l’acqua all’aggettivo asciutto.

Inoltre vorrei chiarire tre punti:
1) I "contestatori" de La Sapienza non hanno impedito un bel nulla. Contestare NON vuol dire impedire…infatti fino a prova contraria è il Papa che poi ha declinato l’invito.
2) I "contestatori" nella loro manifestazione rivolta al Papa non hanno fatto male a nessuno…e voi che in questi giorni vi riempite tanto la bocca con la parola “democrazia” lezionando gli altri su cosa sia e cosa non sia democratico, ricordatevi che il diritto di manifestare la propria opinione (e quindi anche di contestare un personaggio pubblico) è già di per se democratico…
3) Non prendiamoci per il culo affermando che prima di criticare il Papa lo si doveva ascoltare…perchè, con le manifestazioni di giovedì scorso, non si è criticato aprioristicamente quello che sua santità avrebbe dovuto dire, ma si sono criticate le più o meno recenti (quindi già avvenute) ingerenze vaticane su temi come l’aborto, l’eutanasia, le convivenze civili, etc…

Se poi volete ancora ciecamente ed anche un po’ ottusamente sostenere questa finta tesi sulla mancanza di libertà di parola manifestata a La Sapienza da una presunta sparuta rossa minoranza nei confronti del Papa…fate come volete, infondo siamo in democrazia.


A far annullare la visita del Papa all’università di Roma è stata la Sapienza!...ma non "Sapienza" inteso come nome dell’ateneo in questione…ma "Sapienza" intesa come Cultura, Sapere.

Ieri, in una risposta ad un mio commentatore, mi sono lasciato andare ad una confidenza: ho rivelato di esser stato in passato un Cristiano Cattolico e, proprio per questo, di aver ricevuto nell’arco di tutta la mia vita una formazione cattolica (anche se molto aperta e di questo ringrazio i miei genitori). A questo punto del discorso il commentatore mi ha chiesto le ragioni che poi mi hanno portato a prendere le distanze da questo credo religioso … ed io gliele ho dette.
Ho risposto che nella vita ho avuto modo di studiare abbastanza a fondo la biologia molecolare e che questo sapere, che forse visti gli ultimi fatti di cronaca sarebbe più opportuno chiamare “Sapienza”, mi ha portato a non credere in Dio … e proprio questa mia risposta mi ha convinto a scrivere un post su questo argomento e a dedicare una piccola appendice alla discussione sulla mancata visita papale a “La Sapienza” di Roma.

Nel mio caso quindi (e non solo nel mio caso) l’artefice del mio non farmi credere in Dio è stato proprio lo studio di un sapere … anche perché la cultura, come si suol dire, fa l’uomo libero … ed il credo religioso (qualsiasi esso sia) quando è istituzionalizzato, quando è dettato da qualcun altro è una forma di schiavismo ... mentale, per carità … ma pur sempre schiavismo. (difatti sono riusciti a far credere a milioni di italiani che un tizio che ha facoltà di parlare più di quanta non ne abbia avuta Berlusconi quando era al governo si è visto ledere la propria libertà di parola solo a causa di una contestazione … ditemi voi se non è schiavismo mentale questo?!)

Io credo che sono proprio le persone che ripongono ogni risposta nella sola fede ad aver paura de “La Sapienza” soprattutto quando questa entra in certi ambiti, perché ne mina le basi ... ecco perché il Papa è scappato da essa … ecco perché non ha accettato e non accetterà mai un CONFRONTO (che significa fare domande ed ascoltare risposte, ricevere domande e dare delle risposte ... e non solo declamare il proprio discorso).
Difatti, chiacchiere e disquisizioni a parte: vi risulta che il Papa abbia mai partecipato ad un dibattito pubblico ed aperto sulla fede???

Se la risposta è sì … evitate invettive, perdonatemi (siete cristiani no?!) e mandatemi pure il link su YouTube (o un qualche altro servizio affine) del video con il dibattito in questione … e sarò ben felice di ammettere di esser stato in malafede nei confronti di Benedetto XVI (mi sa che non corro poi troppi rischi), in caso contrario però non venite a parlarmi di occasione di confronto persa.

P.S. Ieri, davanti a La Sapienza di Roma, si sono poi svolte, senza alcuno scontro, le manifestazioni di “accoglienza” dedicate al Papa. A parte qualche immagine fugace o qualche spezzone di video, nessun organo di stampa ha seguito realmente questo appuntamento. Adesso invece notate come domani però tutti i TeleGiornali seguiranno l’Angelus di Papa Benedetto e metteranno in bell’evidenza una piazza San Pietro stra straordinariamente gremita di persone in risposta a quella stra stra minoranza rossa, politicizzata, radicale, estremista e marxista, leninista, guerrafondaia, comunista, diabolica, cogliona, intollerante, accannata, tossica (e chi più ne ha più ne metta) di persone che ha limitato la libertà di parola di sua santità.

… e poi hanno anche il coraggio di dire che della libertà di parola ne è stato privato il Papa …

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi papa vaticano benedetto

permalink | inviato da Lou Mogghe il 19/1/2008 alle 18:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


Dalla masturbazione cerebrale alla scorreggia cerebrale

Premessa:
questa donna ieri è stata messa agli arresti perché a suo carico nell'ambito di un'inchiesta sulla sanità campana si sarebbero ravvisati gli estremi di una tentata concussione ai danni di un dirigente ospedaliero di Caserta.

Svolgimento:
Alle volte…quando una persona fa troppi pensieri, il più delle volte inutili, dalle mie parti si dice che questa persona si stia facendo delle “masturbazioni cerebrali”. Ecco, la dichiarazione rilasciata dalla moglie di Clemente Mastella a seguito della richiesta degli arresti domiciliari fa eccezione e, visto il volo pindarico effettuato accostando due argomenti che nulla hanno a che vedere l’un l’altro (ovvero il suo arresto per concussione con l’eventuale visita papale a La Sapienza), io direi che rientra nella categoria delle “scorreggie cerebrali”.

P.S. Ovviamente “La Casta” senza neanche aspettare di poter sapere le motivazioni che hanno portato ai suoi arresti, e quindi senza neanche verificare la fondatezza o meno della sentenza, si è subito raccolta intorno all’ex guardasigilli: è molto triste vedere la magistratura costantemente attaccata e senza neanche diritto di replica.