.
Annunci online



Vaticano e le parole a sproposito

Diciamo la verità: in Vaticano si riempiono tanto la bocca con termini come “etica”, “morale”, “valori” etc. Ma di valori, oggi, in Vaticano, ce ne sono pochi. C’è poca logica in quello che dicono. Poca logica cristiana intendo. C’è invece profondo egoismo ideologico in quanto viene detto … senza pensare all’altro.
Qualche giorno fa, per esempio, la Cassazione ha aperto all’adozione ai single: ben venga un eventuale futuro provvedimento in tal senso! Ma in Vaticano non potevano invece perdere l’ennesima occasione per starsene zitti e così si è pronunciato il cardinale Ennio Antonelli: il linea generale ogni bambino ha diritto ad una madre e ad un padre: questa dovrebbe essere la normalità.
Antonelli parla di Diritto e di Normalità.
Ora: se la normalità è l’avere un padre ed una madre è anche indubbio che non avere i genitori è già di per se “anormale” e già di per se lede il diritto del bambino ad avere una famiglia. Assodato questo il bambino ha anche un altro diritto, quello che invece oggigiorno viene costantemente disatteso, quello a non dover essere costretto a vivere la propria infanzia e/o la propria adolescenza in un orfanotrofio o in una casa-famiglia.
Ma di questo diritto in Vaticano si vede che non importa a nessuno.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cassazione vaticano adozioni single

permalink | inviato da Lou Mogghe il 19/2/2011 alle 14:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


... tanto trombano lo stesso!

Qualche tempo fa, grazie a questa lettera aperta inviata al Corriere della Sera da una studentessa anonima laureanda alla Bocconi affetta dal virus dell’HIV, anche qui da noi si tornò a parlare per una breve e fugace parentesi di AIDS. Nella lettera si esortavano tutti i media a riservare una “pagina” sempre aperta su questo argomento, si auspicava una maggiore informazione dei giovani e dei meno giovani e venivamo messi tutti un po' in guardia nei confronti di un pericolo tutt’altro che scampato.
Speranze che naturalmente, ospitando il Vaticano proprio in casa nostra, sono cadute nel vuoto.
Fare informazione a proposito di un virus che si trasmette per via sessuale vuol dire dover fare educazione sessuale e promuovere
l’uso del profilattico: ovvero due immani peccati mortali!!!
Forse in Vaticano sono ancora convinti del fatto che simili provvedimenti favorirebbero la comparsa di comportamenti più disinibiti ... dovrebbero però anche accettare l'idea che tanto, informate o non informate, le persone trombano lo stesso! (giustamente)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. vaticano educazione sessuale

permalink | inviato da Lou Mogghe il 23/7/2010 alle 15:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


"vaticanismi"

Sinceramente sin da quando ho memoria delle mie opinioni ho sempre ritenuto che la “fede” ed i vissuti ad essa correlati siano un qualche cosa di esclusivamente personale, quasi al pari dell’intimità sessuale col proprio partner, di un ricordo o di una particolare emozione, etc. e che quindi la condivisione sociale di questa sia già di per se sbagliata … a maggior ragione se non ci si limita alla sola condivisione ma si accetta anche passivamente che questa segua idee, precetti e concetti fissati da qualcun altro: come invece avviene oggi per quasi tutte le diverse confessioni riconosciute.
(comportamento che tra l’altro, a mio avviso, è assimilabile anche ad una certa forma di schiavismo mentale … come ebbi a dire in questa occasione)
Tutto ciò mi lascia ancor di più interdetto quando vedo che le persone che fissano quei paletti e/o dichiarano quei concetti agiscono in direzione diametralmente opposta riguardo molte questioni legate alle idee da loro stessi divulgate. Ed ecco quindi che possiamo ascoltare il Papa intento nell’elogio della povertà immerso in un vestito d’oro; auspicare l’altrui umiltà intellettuale ammantando al contempo le proprie tesi come assolute; esortare le persone all’aiuto del prossimo limitandosi però ad impiegare a questo scopo solo una piccola parte delle proprie esagerate ricchezze e così via si potrebbero fare ancora molti altri esempi … ed è a questo punto che mi chiedo come sia possibile per una qualsiasi persona che si ritenga realmente cattolica sopportare tutto ciò senza prenderne con decisione le distanze …

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. papa vaticano religione

permalink | inviato da Lou Mogghe il 7/1/2010 alle 18:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


La questua

un libro interessante

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. vaticano libri questua 8x1000

permalink | inviato da Lou Mogghe il 19/12/2009 alle 1:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


il Vaticano senza vergogna!

Sti preti del Vaticano so proprio senza vergogna.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. vaticano preti spagna zapatero vergogna

permalink | inviato da Lou Mogghe il 19/12/2008 alle 15:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


A far annullare la visita del Papa all’università di Roma è stata la Sapienza!...ma non "Sapienza" inteso come nome dell’ateneo in questione…ma "Sapienza" intesa come Cultura, Sapere.

Ieri, in una risposta ad un mio commentatore, mi sono lasciato andare ad una confidenza: ho rivelato di esser stato in passato un Cristiano Cattolico e, proprio per questo, di aver ricevuto nell’arco di tutta la mia vita una formazione cattolica (anche se molto aperta e di questo ringrazio i miei genitori). A questo punto del discorso il commentatore mi ha chiesto le ragioni che poi mi hanno portato a prendere le distanze da questo credo religioso … ed io gliele ho dette.
Ho risposto che nella vita ho avuto modo di studiare abbastanza a fondo la biologia molecolare e che questo sapere, che forse visti gli ultimi fatti di cronaca sarebbe più opportuno chiamare “Sapienza”, mi ha portato a non credere in Dio … e proprio questa mia risposta mi ha convinto a scrivere un post su questo argomento e a dedicare una piccola appendice alla discussione sulla mancata visita papale a “La Sapienza” di Roma.

Nel mio caso quindi (e non solo nel mio caso) l’artefice del mio non farmi credere in Dio è stato proprio lo studio di un sapere … anche perché la cultura, come si suol dire, fa l’uomo libero … ed il credo religioso (qualsiasi esso sia) quando è istituzionalizzato, quando è dettato da qualcun altro è una forma di schiavismo ... mentale, per carità … ma pur sempre schiavismo. (difatti sono riusciti a far credere a milioni di italiani che un tizio che ha facoltà di parlare più di quanta non ne abbia avuta Berlusconi quando era al governo si è visto ledere la propria libertà di parola solo a causa di una contestazione … ditemi voi se non è schiavismo mentale questo?!)

Io credo che sono proprio le persone che ripongono ogni risposta nella sola fede ad aver paura de “La Sapienza” soprattutto quando questa entra in certi ambiti, perché ne mina le basi ... ecco perché il Papa è scappato da essa … ecco perché non ha accettato e non accetterà mai un CONFRONTO (che significa fare domande ed ascoltare risposte, ricevere domande e dare delle risposte ... e non solo declamare il proprio discorso).
Difatti, chiacchiere e disquisizioni a parte: vi risulta che il Papa abbia mai partecipato ad un dibattito pubblico ed aperto sulla fede???

Se la risposta è sì … evitate invettive, perdonatemi (siete cristiani no?!) e mandatemi pure il link su YouTube (o un qualche altro servizio affine) del video con il dibattito in questione … e sarò ben felice di ammettere di esser stato in malafede nei confronti di Benedetto XVI (mi sa che non corro poi troppi rischi), in caso contrario però non venite a parlarmi di occasione di confronto persa.

P.S. Ieri, davanti a La Sapienza di Roma, si sono poi svolte, senza alcuno scontro, le manifestazioni di “accoglienza” dedicate al Papa. A parte qualche immagine fugace o qualche spezzone di video, nessun organo di stampa ha seguito realmente questo appuntamento. Adesso invece notate come domani però tutti i TeleGiornali seguiranno l’Angelus di Papa Benedetto e metteranno in bell’evidenza una piazza San Pietro stra straordinariamente gremita di persone in risposta a quella stra stra minoranza rossa, politicizzata, radicale, estremista e marxista, leninista, guerrafondaia, comunista, diabolica, cogliona, intollerante, accannata, tossica (e chi più ne ha più ne metta) di persone che ha limitato la libertà di parola di sua santità.

… e poi hanno anche il coraggio di dire che della libertà di parola ne è stato privato il Papa …

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi papa vaticano benedetto

permalink | inviato da Lou Mogghe il 19/1/2008 alle 18:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa